Enpab, ricominciamo da qui

Le recenti elezioni all’Enpab hanno decretato la vittoria del gruppo che già abitava le stanze della cassa dei biologi. Rimaniamo scettici sul sistema di votazione on-line adottato, ma auguriamo buon lavoro ai componenti dei rinnovati organi elettivi.

Auspichiamo, al contempo, che vista la mole di voti non trascurabile che la nostra lista ha raccolto, l’Enpab voglia prendere in considerazione anche il programma da noi proposto.

Questo perché il presidente del prossimo Cda sarà innegabilmente il presidente di tutti i biologi iscritti alla cassa, quindi anche di coloro i quali ci hanno votato e hanno sostenuto il nostro programma.

Continua a leggere

Messaggio a Nunziante

Caro Nunziante,
riscontro la sua lettera aperta e finalmente posso concordare con una sua affermazione: effettivamente abbiamo un modo diametralmente opposto di concepire la gestione e l’amministrazione di un organismo istituzionale.

Ed infatti io ritengo che l’Ordine Nazionale abbia una funzione di tutela e di sviluppo della professione di biologo nonché dell’utenza, mentre la Cassa di previdenza debba occuparsi di assicurare ai biologi una pensione perlomeno dignitosa. Questa mia convinzione è per la verità corroborata dalle norme che sovrintendono ai due organismi e, per questo motivo non è poi così originale. Ciò che è originale è, al contrario, il voler sovrapporre le funzioni facendo assomigliare l’ENPAB all’Ordine, come Lei ed i suoi consiglieri state facendo, soprattutto negli ultimi tempi. La gestione della formazione è solo una delle attività di cui l’ENPAB si occupa impropriamente, tra esse si annoverano l’istituzione di elenchi di biologi nutrizionisti, la sottoscrizione di accordi finalizzati alla realizzazione di attività lontane dalla mission dell’Enpab, sottraendo così risorse sia finanziare che di programmazione all’unico obiettivo che la Cassa dovrebbe perseguire: una pensione dignitosa per i biologi! Continua a leggere

Elezioni Enpab, il programma della lista “Biologi Italiani per la Partecipazione”. Quarto punto: prestito agevolato per i biologi

prestito_agevolatoSabato 24, domenica 25 e lunedì 26 ottobre si terranno le attese elezioni all’Enpab (la cassa di previdenza dei biologi. La nostra lista, “Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli”, sta esponendo singolarmente i punti del proprio programma, pubblicato comunque da oltre un anno. Dopo aver presentato la pensione minima garantita, che ci impegniamo a introdurre per cancellare le indecorose pensioni anche da 30 o 40 euro che attualmente vengono erogate, l’aumento dei montanti contributivi, affinché tutti possano avere pensioni più elevate, e l’assistenza sanitaria gratuita per tutti i biologi, vi presentiamo il quarto punto programmatico, il prestito agevolato per i biologi:

In una fase economica in cui l’Italia può e deve ripartire, con gli indicatori macroeconomici che iniziano a delineare qualche sollievo per il sistema produttivo e quello dei servizi, i biologi devono essere assistiti per le proprie esigenze di carattere finanziario. L’Enpab deve mettersi al servizio della categoria, stanziando prestiti agevolati a quei colleghi che volessero avviare una nuova attività o che volessero consolidarne una già attiva. Questo sarà un segnale forte che influirà certamente sulla crescita dei biologi.

Anche questo punto programmatico fa parte di quella che non abbiamo remore a definire rivoluzione previdenziale per i biologi. Per leggere tutto il nostro programma, i componenti delle nostre liste e le istruzioni per il voto, clicca qui.

Ricorda che ogni singolo voto potrà essere utile a mandare in pensione, è il caso di dire, l’attuale dirigenza e a far iniziare un cammino di sviluppo per la previdenza di categoria. Perché il tuo voto di oggi determinerà la tua pensione di domani.

 

Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli

 

Elezioni Enpab, il programma della lista “Biologi Italiani per la Partecipazione”. Punto terzo: assistenza sanitaria gratuita per tutti i biologi

assistenza_sanitariaMancano pochissimi giorni alle elezioni all’Enpab (la cassa di previdenza dei biologi), che si terranno il 24, 25 e 26 ottobre prossimi. La nostra lista, “Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli”, sta esponendo singolarmente i punti del proprio programma, pubblicato comunque da oltre un anno. Dopo aver presentato la pensione minima garantita, che ci impegniamo a introdurre per cancellare le indecorose pensioni anche da 30 o 40 euro che attualmente vengono erogate, e l’aumento dei montanti contributivi, affinché tutti possano avere pensioni più elevate, vi presentiamo il terzo punto programmatico, l’assistenza sanitaria gratuita per tutti i biologi:

L’assistenza sanitaria per i biologi viene attualmente gestita dall’Emapi (Ente di mutua assistenza per i professionisti italiani), organizzazione a cui l’Enpab è associata. Tuttavia le prestazioni sanitarie garantite a tutti sono poche e riferite solo alle patologie più gravi. Mentre l’assistenza globale è integrativa e a carico del biologo. Noi proponiamo di rendere gratuite, attraverso l’intervento dell’Enpab, anche prestazioni attualmente a pagamento. Pertanto il biologo potrà ottenere rimborsi o affidarsi gratuitamente a strutture convenzionate per usufruire di visite specialistiche, accertamenti clinici e diagnostici, assistenza ai non autosufficienti, cure e protesi dentarie e ortopediche, terapie fisiche e riabilitative. Insomma, se oggi il biologo paga per ottenere analisi del sangue, interventi odontoiatrici-odontotecnici e ortopedici, visite specialistiche in genere e antro ancora, con la nostra proposta tutto diverrà gratuito.

A domani per il quarto punto di quella che non abbiamo remore a definire rivoluzione previdenziale per i biologi. Per leggere tutto il nostro programma, i componenti delle nostre liste e le istruzioni per il voto, clicca qui.

Ricorda che ogni singolo voto potrà essere utile a mandare in pensione, è il caso di dire, l’attuale dirigenza e a far iniziare un cammino di sviluppo per la previdenza di categoria. Perché il tuo voto di oggi determinerà la tua pensione di domani.

 

Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli

 

Elezioni Enpab, il programma della lista “Biologi Italiani per la Partecipazione”. Punto secondo: aumento dei montanti contributivi per tutti i biologi

aumento_montantiLe elezioni all’Enpab (la cassa di previdenza dei biologi) si terranno il 24, 25 e 26 ottobre prossimi. Ieri la nostra lista, “Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli”, ha iniziato a esporre singolarmente i punti del proprio programma, pubblicato comunque da oltre un anno. Dopo aver presentato la pensione minima garantita, che ci impegniamo a introdurre per cancellare le indecorose pensioni anche da 30 o 40 euro che attualmente vengono erogate, vi presentiamo il secondo punto programmatico, l’aumento dei montanti contributivi per tutti i biologi:

Anche il biologo che ha avuto la fortuna e le capacità di avere una carriera ricca di soddisfazioni, pure economiche, attualmente rischia di andare in pensione con un assegno mensile insoddisfacente. È il momento di cambiare marcia. Il gruppo “Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli”, attraverso la riprogrammazione della gestione finanziaria dell’Enpab, punterà a far crescere il montante contributivo dei biologi, facendo aumentare contestualmente le pensioni realmente percepite da tutti e per qualsiasi fascia economica.

A domani per il terzo punto di quella che non abbiamo remore a definire rivoluzione previdenziale per i biologi. Per leggere tutto il nostro programma, i componenti delle nostre liste e le istruzioni per il voto, clicca qui.

Ricorda che ogni singolo voto potrà essere utile a mandare in pensione, è il caso di dire, l’attuale dirigenza e a far iniziare un cammino di sviluppo per la previdenza di categoria. Perché il tuo voto di oggi determinerà la tua pensione di domani.

 

Biologi Italiani per la Partecipazione – con Calcatelli

 

Print
banner_enpab_2015